Il governo belga è poco trasparente sulla legge 5G

Il Belgio ha bisogno di un dibattito più ampio sul 5G prima che la tecnologia possa essere completamente implementata nella capitale belga, secondo il capo del governo regionale di Bruxelles, Rudi Vervoort.

Vervoort ha affermato che il governo ha adottato una "roadmap 5G" a metà luglio e sta organizzando gruppi di lavoro, tra cui uno sui limiti ambientali e sulla salute, per redigere un piano di implementazione a livello cittadino e apportare modifiche legislative nel corso del 2021. Il governo prevede anche sostenere il parlamento della regione nell'organizzazione di dibattiti pubblici sulla questione.

Due aree di preoccupazione sembrano essere l'ambiente e la sicurezza.

Il governo di Bruxelles negli ultimi anni ha bloccato l'implementazione su larga scala delle reti 5G, citando problemi di salute tra i suoi cittadini. La città ha un movimento attivo di manifestanti anti-5G, che ha fatto pressione sui politici locali per fermare la tecnologia. E i legislatori regionali hanno imposto limiti rigorosi alle radiazioni che, secondo gli operatori di telecomunicazioni del paese, hanno reso difficile il lancio del 5G.

Le autorità dell'UE hanno respinto le preoccupazioni per la salute sulla nuova tecnologia.

"L'opinione pubblica, che lo vogliamo o no, è anche un attore nello sviluppo di questo progetto", ha detto Vervoort "Lo spiegamento del 5G non può avvenire alle spalle dei cittadini".

Ma sulla questione della sicurezza il governo belga sembra stia cercando di andare alle spalle dei suoi cittadini.

Il Consiglio di sicurezza nazionale belga ha approvato una serie di misure di sicurezza aggiuntive per quanto riguarda le reti mobili. Il progetto di legge preliminare e il regio decreto che sono stati sottoposti alla consultazione pubblica riguardano la sicurezza delle reti mobili di quinta generazione (5G).

È necessaria una consultazione pubblica sui testi in allegato, ma si concluderà il 30 dicembre alle ore 18.00

Molti credono che questa sia una tattica cinica di manipolazione dei media, per scivolare in una consultazione pubblica durante un periodo di vacanze di Natale nel mezzo di una crisi del Covid-19, quando l'attenzione del pubblico e dei media è concentrata altrove.

Ogni governo ha il dovere di garantire che qualsiasi tecnologia 5G implementata sia abbastanza sicura da essere utilizzata come mezzo di comunicazione dai suoi cittadini e dal governo.

La capacità del 5G è immensa e interesserà ogni area dell'economia, motivo per cui il governo belga è anche preoccupato per gli inevitabili problemi di sicurezza che derivano dall'implementazione della tecnologia 5G.

Per mitigare questa preoccupazione, il Belgio ha lavorato a un elenco di fornitori ad alto rischio, ma non sarà pubblicato apertamente.

L'entità dietro la definizione di questo elenco è The Veiligheid van de Staat - Sureté de l'État (VSSE) e Algemene Dienst Inlichting en Veiligheid (ADIV), che sono le agenzie dei servizi segreti del Belgio.

L'intero processo di identificazione del rischio per la sicurezza relativo all'implementazione del 5G viene tenuto segreto

L'industria e i consumatori sono preoccupati per i criteri che il Belgio ha stabilito per definire l'elenco dei fornitori ad alto rischio e perché le decisioni vengono prese a porte chiuse a Bruxelles.

C'è solo un modo per affrontare le questioni legate alla sicurezza nazionale, rendere l'intero processo di definizione dell'elenco dei fornitori ad alto rischio aperto al pubblico per il dibattito.

I governi nazionali devono rendersi conto che la trasparenza è la chiave per andare avanti nella giusta direzione poiché nulla di buono esce da decisioni a porte chiuse. Le persone hanno il diritto di sapere cosa stanno pianificando e facendo i loro governi per il futuro del loro paese.

Sembra che Bruxelles sia sotto pressione dagli Stati Uniti per bloccare alcuni fornitori di 5G

Se il processo di definizione dell'elenco dei fornitori ad alto rischio non viene reso trasparente, potrebbe avere un impatto grave sulla rapidità del lancio del 5G e il costo delle apparecchiature 5G potrebbe salire notevolmente. Chi soffrirà di più di questa situazione? Ovviamente, il consumatore ...

Un'altra possibilità per definire segretamente l'elenco dei fornitori ad alto rischio è consentire solo a una manciata di fornitori 5G di partecipare all'implementazione del 5G e quindi creare un monopolio in un mercato altrimenti libero. Ciò a sua volta destabilizzerebbe il mercato e finirà per demotivare i nuovi operatori a fare affari in un mercato di parte.

Bruxelles deve rendersi conto che ci troviamo in un momento critico per l'implementazione dell'infrastruttura 5G. Il governo dovrebbe agire ora per garantire di implementare un ambiente tecnologicamente neutrale in cui tutti i fornitori possano competere equamente l'uno contro l'altro. Ciò garantirà a tutti l'accesso ai servizi 5G in un periodo di tempo più breve.

Non condividendo i criteri di definizione dell'elenco dei fornitori ad alto rischio nell'implementazione del 5G, la decisione di limitare la partecipazione di alcuni fornitori all'implementazione del 5G da parte del Belgio sembra politicamente motivata piuttosto che la questione della sicurezza nazionale!


About the Author



Back to Top ↑