Occhiolino Kim ex portavoce Usa. Trump, fallo per la squadra

    Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, disse scherzando all'ex portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders, di andare a trovare il leader Kim Jong-un in Corea del Nord dopo che questi le strizzò l'occhio durante il summit di Singapore nel 2018.
    Lo racconta la stessa Sanders in un libro di memorie del suo periodo al fianco di Trump che uscirà martedì prossimo, secondo quanto riporta il Guardian che ne ha ottenuta una copia. Nel libro, dal titolo 'Parlando per me stessa', Sanders ricorda di avere alzato lo sguardo durante il summit e di avere "notato che Kim mi stava fissando. Rimasi sbalordita. Abbassai rapidamente lo sguardo e continuai a prendere appunti". E prosegue: "...
    Tutto quello che riuscivo a pensare era: 'Cos'è successo? Sicuramente Kim Jong-un non mi ha appena adocchiata'".
    Più tardi, a bordo della limousine presidenziale, sulla via dell'aeroporto, Sanders raccontò l'episodio a Trump e al suo allora capo di gabinetto John Kelly. "Kim Jong-un ci ha provato con te!", fu la risposta di Trump: "L'ha fatto! Ci ha provato con te, ca...!". Kelly appoggiò il presidente, il quale scherzando disse: "Beh, Sarah, questo risolve tutto. Tu vai in Corea del Nord, fallo per la squadra! Mancherai a tuo marito e ai tuoi figli, ma sarai un eroe per il tuo Paese!". E il presidente e il suo capo di gabinetto scoppiarono in una grossa risata.


About the Author



Back to Top ↑