Ue accusa Ungheria, viola il principio di non discriminazione su Schengen

BRUXELLES - I commissari europei agli Affari interni, Ylva Johansson, e alla Giustizia, Didier Reynders, hanno inviato la lettera al governo ungherese chiedendo il ritiro immediato di "qualsiasi misura" di chiusura dei confini interni "che non sia conforme ai principi fondamentali del diritto dell'Ue" perché nell'iniziativa è stato ravvisata la discriminazione tra cittadini dell'Unione. Sono state infatti previste eccezioni per i cittadini degli altri tre Paesi Visegrad (Polonia, Repubblica Ceca, e Slovacchia). Lo ha reso noto un portavoce dell'Esecutivo comunitario, ricordando che venerdì scorso, alla riunione di coordinamento sul Covid-19 Budapest non aveva informato della sua decisione. 


About the Author



Back to Top ↑