Anna Valle, Compagnia Cigno speranza per ragazzi

 "Il punto di forza de La Compagnia del Cigno è quello di mostrare degli adolescenti uniti e positivi, che cercano insieme di raggiungere attraverso la musica, il talento, l'amicizia, i loro sogno. Ecco vederla oggi in televisione per i nostri ragazzi che stanno gradualmente rientrando a scuola, dopo le chiusure per la pandemia, può essere una speranza, me lo auguro, e lo dico da mamma che ha vissuto in due fasi la dad, con due figli nella stessa situazione". Anna Valle risponde al telefono mentre si trova sul set di un'altra serie Rai, e alla vigilia della messa in onda su Rai1 della seconda stagione de La compagnia del Cigno, scritta e diretta da Ivan Cotroneo. Una produzione Indigo film in collaborazione con Rai Fiction (il patrocinio del comune di Milano).
    A due anni dalla messa in onda della prima stagione, dopo due stop per via della pandemia, delle riprese, la fiction torna su Rai1 in sei prime serate dall'11 aprile. Anna Valle nei panni della dolcissima Irene Valeri insegnante di pianoforte e moglie del direttore d'orchestra Luca Marioni interpretato da Alessio Boni, maestro del conservatorio Verdi di Milano. "Fin da subito il pubblico conoscerà la verità di certe dinamiche, a non intuirle sarò io, saranno i ragazzi, ci fideremo ciecamente.
    Irene è un anima scritta con una penna di piuma, candida. La serie si rinnova completamente e si tinge di giallo".
    Anna Valle si dice molto soddisfatta e orgogliosa di essere tornata a interpretare questo ruolo: "è stato come tornare a casa, in una grande famiglia. Dopo tutto quello he abbiamo passato anche ritrovare i ragazzi è stato commovente. Io sono come Irene, una donna sensibile e molto forte, forse meno sprovveduta". Insomma, un personaggio che ha amato e che le è entrato nel cuore. Bellissimo anche il rapporto sul set con Alessio Boni: "Ci sono sempre stati complicità e affiatamento, ritrovarlo è stato piacevole è un attore straordinario, ed un papà unico, innamoratissimo della sua compagna Nina", racconta l'attrice. Tornando alla fiction molte cose, anche nelle vite di Irene e Luca dopo tanto dolore, la perdita della figlia, sono cambiate, sono diventati di nuovo genitori. E' arrivata la felicità, l'amore ritrovato, a casa tutto liscio. Luca al conservatorio fa la sua parte da burbero, ma in famiglia è un tenero.
    Ecco che al Conservatorio arriva il direttore d'orchestra Teoman Kayà (Mehmet Günsür, protagonista di Hammam - Il bagno turco di Ozpetek e The gift ), un ex fidanzato di Irene e vecchio allievo del Verdi amico anche di Luca, si insinua tra di loro. Peccato che quest Teoman si è convinto che da quando Irene lo ha lasciato la sua vita ha preso una piega sbagliata sentimentalmente ed è lei la causa, da qui la trama del giallo. Un segreto può distruggere la serenità ritrovata. Irene comincerà ad avere il sospetto che Luca le stia nascondendo qualcosa in merito al suo rapporto con Teoman. Intorno continuano a incrociarsi in modo coinvolgente amicizie (e amori) degli studenti di musica". Per Valle parlare di questa forma d'arte è importante "ho saputo che dopo la prima stagione molto giovanissimi si sono avvicinati alla musica classica, altri si sono iscritti al conservatorio  è bello".
    Per Anna Valle una primavera e un autunno impegnativi: tornerà infatti come Irene in La compagnia del Cigno 2, come Emma in Luce dei tuoi occhi con Giuseppe Zeno (in autunno su Canale 5); ed ora è sul set come Lea: "Sì - conferma - stiamo girando gli interni a Roma, ma la serie è ambientata a Ferrara, ci sposteremo lì. Sono un'infermiera in un ospedale di pediatria, una donna che non può diventare mamma e riversa sui bimbi l'amore che avrebbe voluto dare a un figlio. Mentre Emma in Luce dei Tuoi occhi (in autunno su Mediaset) è una coreografa di danza contemporanea che ha lasciato Vicenza per New York dopo che la sua bambina è nata morta. Qualcosa la costringerà a tornare in Italia". Tutte donne che hanno a che fare con un rapporto doloroso con la maternità. (ANSA).
   


About the Author



Back to Top ↑