Covid: Fondazione Hume, per l’immunità di gregge dobbiamo aspettare aprile 2024

Le autorità politiche e sanitarie, in particolare il ministro Roberto Speranza e la sottosegretaria Sandra Zampa, hanno ripetutamente dichiarato che la campagna di vaccinazione serve a raggiungere la cosiddetta immunità di gregge.

Per “immunità di gregge” si intende una situazione nella quale ci sono abbastanza persone vaccinate (e non in grado di trasmettere il virus) da portare la velocità di trasmissione del virus (Rt) al di sotto di 1, con conseguente progressiva estinzione dell’epidemia.

Ma quante settimane occorreranno per vaccinare un numero di italiani sufficiente a raggiungere l’immunità di gregge? A rispondere a questa domanda provvede l’indice DQP (acronimo di: Di Questo Passo), che stima il numero di settimane che sarebbero ancora necessarie se – in futuro– le vaccinazioni dovessero procedere “di questo passo”. All’inizio della settima settimana del 2021 (lunedì mattina, 15 febbraio) il valore di DQP è pari a 165 settimane, il che corrisponde al raggiungimento dell’immunità di gregge non prima del mese di aprile del 2024.

Il valore del DQP è peggiorato rispetto a quello della settimana scorsa (immunità di gregge a giugno 2023).

Per raggiungere gli obiettivi enunciati dalle autorità sanitarie (immunità di gregge entro settembre-ottobre 2021), il numero di vaccinazioni settimanale dovrebbe essere circa il quadruplo di quello attuale (2 milioni la settimana, anziché 500 mila).

In mancanza di dati aggiornati, i dati regionali mancanti sono stati stimati in base alle variazioni settimanali medie degli ultimi sette giorni.


About the Author



Back to Top ↑