'Il richiamo della Grigna', 50 racconti di alpinisti

 Cinquanta stelle dell'alpinismo mondiale che si raccontano incrociando le loro storie con quelle nate tra le pareti lecchesi, amate in modo speciale anche da comaschi, milanesi, brianzoli e bergamaschi. "Il richiamo della Grigna" (Teka Edizioni), l'ultimo libro scritto dal lecchese Giorgio Spreafico, rilegge così le stagioni che dagli anni Ottanta del Novecento a oggi hanno lasciato tracce indelebili dalle Alpi alla Patagonia, dalla California all'Alaska, dalle falesie alle vallate più sperdute, fino agli Ottomila himalayani.
    La premessa di questo lavoro sta nel fatto che nello stesso arco di tempo Lecco è stata un crocevia trafficatissimo dalle grandi firme straniere del verticale. Spreafico dà voce a fuoriclasse di quattordici Paesi incontrati proprio al loro approdo a Lecco.
    Attraverso interviste e ritratti ne narra trionfi e sconfitte, sogni e idee, rivalità e polemiche, drammi e rimpianti per i compagni perduti.
    "Il richiamo della Grigna" (336 pagine, 48 foto) fa rivivere tra le altre - insieme alla nepalese Pemba Doma Sherpa - figure indimenticabili come il polacco Jerzy Kukuczka, il tedesco Kurt Albert, l'americano Jim Bridwell, i francesi Pierre Béghin, Jean-Christophe Lafaille e Patrick Bérhault, gli svizzeri Erhard Loretan e Ueli Steck, gli sloveni Tomaž Humar, Davo Karničar e Pavle Kozjek. (ANSA).
   


About the Author



Back to Top ↑