F1: Gp torna a Imola, prima volta per Hamilton & c.

A 14 anni di distanza dall'ultimo Gran Premio di San Marino, vinto da Michael Schumacher con la Ferrari nel 2006, la Formula 1 ritorna all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola per il gran premio dell'Emilia Romagna, 13/o appuntamento della stagione 2020 e terzo in terra italiana dopo quelli di Monza e Mugello. Si correrà a porte chiuse per l'aggravarsi della situazione dei contagi da Covid-19 in Italia. Sono passati 40 anni dalla prima volta del Mondiale sul circuito del Santerno, quando l'impianto ospitò il GP d'Italia al posto di una Monza chiusa per lavori di ammodernamento.

 "Non ho mai gareggiato a Imola, ma tutti conoscono questo circuito dato che è stato una presenza fissa nel calendario per tanti anni. Nel 2006, l'ultima volta che si è corso qui, c'ero, ma ero solo un collaudatore del team BMW Sauber. Non ho mai nemmeno percorso a piedi la pista e questo sarà il mio esordio assoluto": così Sebastian Vettel, in una nota sul sito Ferrari, si avvicina al gp di Imola. "Il tracciato è molto bello ma non perdona gli errori - ha aggiunto - Non vedo l'ora di guidare finalmente in questo autodromo".
    "Ho corso a Imola una sola volta, ai tempi della Formula Renault - le parole invece di Charles Leclerc - La pista mi piace molto e guidare qui è emozionante. Ci sono passaggi molto tecnici, specialmente alcune curve che non concedono margine d'errore. Credo che i piloti che non la conoscono ameranno Imola fin da subito".
    "In questo weekend proveremo anche il formato su due giorni - aggiunge il monegasco - anche se, ad essere onesti, abbiamo sperimentato qualcosa di simile un paio di settimane fa, quando non siamo stati in grado di uscire dai box a causa del maltempo al Gran Premio dell'Eifel. Sarà interessante vedere come si svolgerà questo weekend così compresso".

Una nuova sfida per Lewis Hamilton, che pur non ha bisogno di stimoli per battere ormai solo se stesso ed è ormai ad un passo dal settimo titolo Mondiale, traguardo possibile già nella successiva gara, in Turchia.

   


About the Author



Back to Top ↑