Serie A: Inter-Napoli, le formazioni

Il secondo posto da blindare e la simbolica quota 80 punti da raggiungere, oltre a prepararsi al meglio per l'Europa League. L'Inter ha ancora qualcosa da chiedere a questo campionato, seppur sia stata definitivamente archiviata la corsa-scudetto. A San Siro arriva il Napoli, che riporta la mente di Antonio Conte a uno dei tanti rimpianti nerazzurri nella stagione che si sta concludendo, ovverosia la semifinale di ritorno di Coppa Italia. "Delle tre giocate contro il Napoli la nostra partita più bella è stata quella al ritorno di Coppa Italia: avremmo meritato di più - le parole del tecnico interista, alla vigilia -. Però, il Napoli è una squadra molto forte che, negli anni, è sempre stata lì a dare fastidio a chi ha poi vinto lo scudetto. Una squadra con una buonissima rosa, potenziata quest'anno". Una sfida nella quale Conte si affiderà soprattutto a Romelu Lukaku, decisivo contro il Genoa a Marassi che, secondo il tecnico, può ancora crescere. "Lukaku, in alcune situazioni, può e deve migliorare - l'opinione dell'allenatore -. Lui ha dei margini di miglioramento, ma è importante che ognuno di noi abbia quella voglia e quella fame di alzare il proprio livello, crescendo sempre di più". Passando anche dallo score contro le big, che finora parla di 4 reti nelle 10 partite contro le prime sette in classifica. Accanto al belga dovrebbe arrivare la conferma per Lautaro Martinez, nonostante le prestazioni non esaltanti delle ultime partite e un Sanchez che scalpita (mentre continuano le trattative con lo United per il riscatto), con Eriksen alle loro spalle e Barella a sostituire lo squalificato Gagliardini, a meno della sorpresa Borja Valero dell'ultim'ora. Proprio lo spagnolo è stato preso a esempio da Conte, così come Ranocchia, che va verso la conferma al centro della difesa: "Stiamo parlando di un gruppo di ragazzi molto seri, molto concentrati, che hanno sempre lavorato. Si sono allenati seriamente, da professionisti seri. Ma non avevo dubbi. Questo, dal punto di vista umano, è un ottimo gruppo". Chi invece ancora dovrà aspettare per il rientro è Stefano Sensi, alle prese da metà giugno con una distrazione del bicipite femorale. "Sta facendo dei progressi, ma è difficile fare oggi previsioni sul suo rientro. Fino al termine della settimana, e quindi del campionato, non si allenerà con noi. L'importante è che si possa buttare alle spalle questa annata che è stata molto sfortunata per lui, ma anche penalizzante per noi'', il commento di Conte.

Probabili formazioni di Inter-Napoli.

Inter (3-4-1-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 13 Ranocchia, 95 Bastoni; 87 Candreva, 77 Brozovic, 23 Barella, 15 Young; 24 Eriksen; 9 R.Lukaku, 10 Lautaro. (27 Padelli, 46 Berni, 2 Godin, 6 De Vrij, 31 Pirola, 33 D'Ambrosio, 11 Moses, 20 Borja Valero, 32 Agoume, 34 Biraghi, 7 Sanchez, 30 Esposito). All.: Conte. Squalificato: Gagliardini. Diffidati: Borja Valero, De Vrij, Vecino. Indisponibili: Sensi, Vecino.

Napoli (4-3-3): 25 Ospina; 22 Di Lorenzo, 19 Maksimovic, 26 Koulibaly, 6 Mario Rui; 8 Ruiz, 4 Demme, 20 Zielinski; 21 Politano, 99 Milik, 24 Insigne. (1 Meret, 27 Karnezis, 2 Malcuit, 23 Hysaj, 13 Luperto, 31 Ghoulam, 5 Allan, 68 Lobotka, 7 Callejon, 12 Elmas, 34 Younes, 11 Lozano). All.: Gattuso. Squalificato: Mertens. Diffidato: Zielinski. Indisponibili: Llorente, Manolas. Arbitro: Valeri di Roma 2. Quote Snai: 2,05; 3,55; 3,35.


About the Author



Back to Top ↑