Diodato, l'emozione di tornare a far rumore

"Sono stati mesi difficili e abbiamo aspettato a lungo momenti come questo per stare di nuovo tutti insieme". Diodato fa tappa a Roma, alla Cavea dell'Auditorium Parco della Musica per la rassegna Auditorium Reloaded, con il tour Un'altra estate, dal titolo dell'ultimo singolo pubblicato.
    Tre serate (25, 26 e 27 luglio) per tornare "a fare rumore" insieme, dopo il successo al festival di Sanremo con Fai rumore, il brano diventato anche la colonna sonora dell'Italia, cantata dai balconi delle città in quarantena. Il cantautore tarantino, dopo l'annullamento dei live in primavera, nonostante le difficoltà ha deciso dunque di mettersi in gioco e di portare dal vivo, seppure con tutte le limitazioni imposte dal coronavirus, il suo nuovo album "Che vita meravigliosa" (premio David di Donatello "Miglior canzone originale" per il brano omonimo, scritto per il film "La Dea Fortuna" di Ferzan Ozpetek), davanti a un pubblico emozionato quanto lui.
    "Ho pensato tanto al momento in cui ci saremmo ritrovati - racconta Diodato, emozionato sul palco romano -. Ho pensato ai miei amici, ai miei compagni di viaggio, professionisti che da anni mi permettono di dare il meglio su un palco e che sono stati tra i più colpiti da questa situazione. Ho pensato che questa estate potesse essere il momento giusto per tornare a guardarci negli occhi e provare a ripartire. E allora ecco le nostre occasioni speciali, concerti figli di questo tempo.
    Concerti di un'altra estate".
    Tra le prossime tappe di Un'altra estate tour: il 4 agosto un concerto all'alba all'Indiegeno Fest - Teatro di Tindari, il 5 agosto al Teatro Antico di Taormina (ME), il 15 agosto al Cinzella Festival a Grottaglie (TA). (ANSA).
   


About the Author



Back to Top ↑