Fisco, Misiani: 'Se si rinvia scadenza 20 luglio a rischio il Def'

"Strumentalizzare politicamente la questione dei versamenti dovuti il 20 luglio e far passare il governo come nemico dei contribuenti è assurdo, se pensiamo a quanto è stato deciso in
questi mesi". Lo scrive il viceministro dell'Economia Antonio Misiani su Fb, spiegando che "spostare anche i versamenti di giugno (già prorogati al 20 luglio) a settembre creerebbe un
grande ingorgo fiscale, in un periodo nel quale i dati puntuali dei versamenti sono necessari per la stesura dei documenti di programmazione economica e finanziaria del governo".

"Occorre che si prenda atto di una situazione che, di fatto, vedrà tantissime imprese e tantissimi lavoratori autonomi impossibilitati a procedere ai versamenti nei termini fin qui previsti", avverte Confcommercio, che già nei giorni scorsi aveva fornito attraverso i numeri (caduta dei consumi del 15% su base annua a giugno e di quasi il 30% nel secondo trimestre) la dimensione della "profonda crisi di fatturato e di liquidità". "Rinnoviamo la richiesta al Governo di prorogare le scadenze dei versamenti fiscali per saldo 2019 ed acconto 2020", chiede Confcommercio che il mancato rinvio rafforzerebbe "il 'rischio chiusura'. Ed il suo impatto diretto ed indiretto sulla finanza pubblica sarebbe ben maggiore di quello derivante dalla proroga delle scadenze fiscali".

In pressing sul governo anche la politica. "Noi sosterremo qualunque forma di protesta fiscale, di sciopero fiscale delle Partite Iva, degli autonomi e dei commercialisti", avverte il leader della Lega Salvini, definendo "indegno" un governo che "pretende che domani milioni di italiani paghino le tasse che non possono pagare". O si rinvia la scadenza o non si paga, avverte Maurizio Gasparri di Forza Italia, che di fronte al "banditismo fiscale dello Stato" propone una "giusta rivolta popolare". Sempre da Fi, Gelmini definisce un "raggiro" chiedere il pagamento delle tasse e Sestino Giacomoni torna a proporre "disobbedienza fiscale", chiedendo al Governo un decreto che sospenda i tributi fino a fine anno. Sostiene infine la protesta dei commercialisti Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia.


About the Author



Back to Top ↑