Esame Udinese, Napoli Champions in testa

Ritrovare motivazioni e stimoli in un campionato ormai stancamente finito nel caldo dell'estate. E' l'obiettivo del Napoli nelle ultime cinque giornate che cominciano con la sfida all'Udinese nell'ormai triste San Paolo vuoto. L'obiettivo resta solo uno, la sfida contro il Barcellona dell'8 agosto, la partita della vita per un gruppo che sogna di portare per la prima volta gli azzurri ai quarti. Ma le grandi vittorie si ottengono con il ritmo giusto e non certo con il Napoli visto contro il Bologna, nell'1-1 di metà settimana. E' questo che Rino Gattuso cerca di far capire a un gruppo che ritrova Malcuit, vista anche la squalifica di Di Lorenzo.
    L'esterno francese mancava dai convocati da 9 mesi, da quando si ruppe il crociato del ginocchio a ottobre contro la Spal e da allora è sparito dai radar: il 28enne francese ha ancora due anni di contratto e Gattuso potrebbe recuperarlo alla causa anche perché difficilmente ci sarà mercato per lui. In campo l'orientamento di Gattuso sembra quello di tornare al tridente dei piccoli Callejon-Mertens-Insigne, puntando ancora su Zielinski e Ruiz mezze ali per dare fantasia all'attacco e ritrovare gol e sorrisi. Il morale fuori dal campo resta alto come hanno dimostrato Koulibaly, Mertens, Ospina e Allan partecipando a una festa e improvvisandosi pasticcieri per realizzare dei fiocchi di neve, il nuovo dolce che va di moda a Napoli da qualche anno, ora dopo due pareggi di fila bisogna ritrovare il sorriso anche al 90'.


About the Author



Back to Top ↑