Privacy: Garante Ue, bene sentenza Corte su scudo

BRUXELLES - "La Corte Ue ha confermato le critiche allo scudo dei dati Ue-Usa espresse più volte dal Garante europeo per la protezione della privacy (Edps)". E' quanto si legge in una nota diffusa dallo stesso Garante, Wojciech Wiewi¢rowski, a commento della sentenza del Tribunale Ue che ha dichiarato non valida la decisione della Commissione sull'adeguatezza della protezione dei dati offerta dal regime previsto dello scudo Ue-Usa.

Alla luce della sentenza Edps ha reso noto che sta analizzando attentamente le sue conseguenze sui contratti conclusi da istituzioni, organi, uffici e agenzie Ue, come la recente indagine sull'utilizzo di Microsoft da parte delle istituzioni. Secondo lo Edps la Corte di giustizia dell'Ue ha in particolare ribadito "l'importanza di mantenere un elevato livello di protezione dei dati personali trasferiti dall'Ue a Paesi terzi" chiarendo la responsabilità delle autorità di vigilanza europea per intervenire con misure cautelative nel caso di evidenti rischi.

Inoltre, l'Edps assicura che "le autorità Ue per la privacy daranno il loro parere alla Commissione su eventuali future decisioni di adeguatezza, in linea con l'interpretazione del regolamento sulla protezione dei dati (Gdpr) fornita dalla Corte".


About the Author



Back to Top ↑