Coronavirus: ambasciatrice in Belgio, serve una risposta Ue

BRUXELLES - La crisi causata dalla pandemia di Covid-19 e la risposta dell'Europa sono stati al centro di un incontro in videoconferenza fra l'ambasciatrice d'Italia in Belgio, Elena Basile, e il governatore della Banca nazionale belga, Pierre Wunsch. Nel corso della chiamata - riporta una nota - l'ambasciatrice Basile ha ricordato come l'Italia sia stata la prima democrazia ad affrontare l'emergenza sanitaria, nel pieno rispetto della trasparenza, e mettendo in moto una serie di misure e di procedure in brevissimo tempo che sono state poi adottate negli altri Paesi colpiti dal Covid-19.

La crisi in corso, ha continuato l'ambasciatrice, sta provocando una recessione socio-economica senza precedenti e non paragonabile alla crisi finanziaria del 2008-09. Essa richiede pertanto uno sforzo coordinato in Europa per l'attuazione di misure che possano prevenire la diffusione del virus e rilanciare l'economia europea. Nell'evidenziare le posizioni italiane in relazione alle misure straordinarie già adottate dall'Ue, Basile ha in particolare ricordato l'auspicio in un Recovery Fund che possa permettere, col giusto mix di sovvenzioni e prestiti, di evitare che la crisi simmetrica del Covid-19 possa creare frammentazioni del mercato unico e divergenze tra le situazioni economiche degli Stati Membri incompatibili con la zona euro e la coesione necessaria al progetto d'integrazione europea.

Il governatore Wunsch ha colto l'occasione per ricordare come alcuni settori (la ristorazione, l'accoglienza, l'eventistica e il turismo) saranno colpiti più duramente di altri. Grazie alla sintesi tra le misure di prevenzione sanitaria e quelle per salvaguardare il reddito delle famiglie e l'operatività delle imprese e dei lavoratori autonomi, il Belgio ha risposto in maniera tempestiva, sebbene permanga una forte incertezza dovuta all'incognita sull'andamento della pandemia nei prossimi mesi.

Da parte del governatore - continua la nota - sono state condivise le ragioni di fondo delle posizioni italiane nel contesto del dibattito europeo sulle misure per il rilancio dell'economia del continente, precisando come tali misure debbano tuttavia avere carattere temporaneo, obiettivi precisi ed essere limitate alla contingenza della crisi coronavirus. Wunsch ha ribadito il pieno supporto per le azioni avviate da Mario Draghi e ha espresso il suo pieno sostegno per le operazioni condotte dalla Bce all'interno del Pandemic emergency purchase programme (Pepp).


About the Author



Back to Top ↑